Levico Terme, diventa la sesta località certificata Bandiera Arancione, in provincia di Trento

Dopo il conseguimento della Bandiera Blu per il lago di Levico, assegnata dalla Fee Italia, per le sue limpide acque, la spiaggia e le politiche di gestione turistico-ambientali ecosostenibili da parte del Comune, Levico Terme, da oggi, è anche la 251esima Bandiera arancione nazionale: un elogio al patrimonio culturale e storico italiano che il Touring club italiano attribuisce dal 1998 all’eccellenza dei piccoli borghi dell’entroterra.
 Il TCI, dopo aver effettuato le necessarie attività di verifica sul territorio, a seguito della richiesta da parte della città dell'applicazione del modello di analisi territoriale e la realizzazione di un piano di miglioramento per lo sviluppo turistico ambientale, ha quindi riconosciuto la Bandiera arancione al Comune. Levico Terme diventa quindi la sesta località certificata in provincia di Trento e fa salire a 8 il numero delle Bandiere Arancioni in Trentino-Alto Adige. Levico Terme colpisce per il carattere ancora immutato di città di stampo ottocentesco. E' famosa per la sua innata vocazione termale: le acque arsenicali-ferrugginose delle Terme di Levico e Vetriolo sono note da 150 anni in tutto il  mondo per le loro qualità terapeutiche e rigenerative. E' il luogo ideale per fare passeggiate piacevoli e rilassanti, nel Parco Asburgico,il più grande giardino storico della provincia o sulle sponde del lago di Levico, Bandiera Blu per l'ottavo anno consecutivo. Levico Terme è stata premiata con la Bandiera Arancione anche per l'efficiente servizio di informazioni turistiche, con l'ufficio turistico dedicato e le numerose bacheche e mappe sul territorio che permettono di scoprirlo al meglio.